Pesa container: Spediporto ha costituito consorzio

GENOVA - Un consorzio con tre piattaforme per certificare il peso dei container prima del loro arrivo al porto di Genova, nelle aree dell'immediato retroporto, a Ronco Scrivia, Ovada e Tortona. E' la risposta degli spedizionieri genovesi alla nuova normativa che a partire dal primo Luglio prevede la pesatura e certificazione obbligatoria dei container destinati all'imbarco.
Esperienza unica in Italia, Spediporto, l'associazione degli spedizionieri genovesi, ha costituito il Consorzio Vgm, di cui fanno parte Spediservice (società di servizi di Spediporto), Csp Consorzio servizi portuali e Cerisola & Brillante srl. Aperto anche ai non soci, ha acquistato le pese, individuato i siti e sta procedendo all'installazione in modo da partire con i test il 14 Giugno. Le prenotazioni del servizio saranno effettuate via web, così come il rilascio delle certificazioni Vgm (Verified gross mass) inviate direttamente al porto di Genova, in modo da accelerare i tempi.
Abbonati Effettua il login

Condividi l’articolo
Tags: Archivio

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Archivio

Porto Trieste hub lungo Via della Seta

TRIESTE – L’importanza dello scalo portuale di Trieste nell’ambito degli scambi internazionali e la valenza del sistema logistico del Friuli Venezia Giulia, sono stati alcuni dei temi affrontati nell’incontro tra…
Cfo moby 15 12 17
Archivio

Francesco Greggio nuovo Cfo Gruppo Moby

MILANO – Francesco Greggio è il nuovo Chief financial officer del Gruppo Moby. Si tratta – informa la compagnia – di una promozione dall’interno dal momento che Greggio è in…
Archivio

In comune a Trieste ambasciatore della Turchia

TRIESTE – L’ambasciatore di Turchia Murat Salim Esenli, inquesti giorni è aTrieste in visita ufficiale. Accompagnato dal console generale della Repubblica di Turchia a Milano Hami Aksoy, dal primo segretario…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar