Decarbonizzazione: Ecsa chiede aiuti Ue

decarbonizzazione Dorsman
ROMA - Gli armatori europei, al fine di sviluppare la decarbonizzazione della navigazione, chiedono all’Ue risorse economiche ma anche standard per i fornitori di carburante. La Commissione europea dovrebbe rivolgersi ai fornitori di carburante introducendo sotto-obiettivi per rendere disponibili per la navigazione carburanti a basse e zero emissioni di carbonio e aumentando il moltiplicatore per i combustibili rinnovabili utilizzati nel settore marittimo ai sensi della direttiva sulle energie rinnovabili (Renewable Energy Directive -RED). Uno standard di carburante come requisito per le navi anziché per i fornitori di carburante ai sensi della proposta FuelEU Maritime rischierebbe di non riuscire a fornire riduzioni delle emissioni e sarebbe difficile da applicare. Se viene introdotta una misura basata sul mercato (Market Based Measure  - MBM), un fondo potrebbe investire i ricavi per sostenere l'adozione di questi combustibili. Un approccio globale deve essere la pietra ango...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Shipping

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

EDGE Group
Shipping

EDGE Group e Fincantieri: nasce MAESTRAL

ABU DHABI – Vale 400 milioni di euro l’ordine di 10 pattugliatori d’altura (OPV) tecnologicamente avanzati di 51 metri da parte delle Forze della Guardia Costiera degli Emirati Arabi Uniti…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar