Idrogeno: green corridor Trieste – Marocco già bocciato sul nascere?

Shell gasdotto idrogeno

ROMA - “Il Governo rappresentato dalla viceministra Gava ha bocciato l’emendamento a favore del Green Corridor per l’idrogeno tra il Marocco e il porto di Trieste. Per la volontà di sbarrare il passo a un’iniziativa che viene dalla minoranza ci rimettono tutti, perdiamo un’opportunità, perdiamo tempo e credibilità, perché la notizia di questo provvedimento era arrivata fino in Marocco". Questo l'attacco della deputata Debora Serracchiani che rende nota la posizione del Governo, espressa alla Camera dei Deputati dalla viceministra all’Ambiente e sicurezza energetica Vannia Gava (Lega), al suo emendamento al Dl Energia inteso a finanziare uno studio di fattibilità del Green Corridor destinato al trasporto dell'idrogeno verde prodotto in Marocco e in transito per il Porto di Trieste.

Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Energia

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

auto elettriche elettrica europa euro
EnergiaLogistica

Auto elettriche: gli europei dicono sì

BRUXELLES – Dall’indagine dell’osservatorio europeo per i carburanti alternativi, condotta in 12 Stati membri dell’Ue, emerge una visione favorevole delle auto elettriche a batteria. Con oltre 19mila intervistati, da Belgio,…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar